Viaggiare sicuri ai tempi del coronavirus: raccomandazioni, restrizioni e divieti


30/9/2021

Cosa trovi in questa pagina:


Le regole per i viaggi sono diverse a seconda dello Stato di provenienza o destinazione e delle motivazioni degli spostamenti.

Per gli ultimi aggiornamenti sulla situazione e la risposta alle domande più frequenti consulta:

Consulta anche le FAQ sulle misure adottate dal Governo per gli spostamenti sul territorio nazionale


IMPORTANTE 
Prima di partire verso qualsiasi destinazione estera, verificare sempre gli ultimi aggiornamenti disponibili circa gli spostamenti consentiti.


Spostamenti da e per l'estero 
Consulta la sezione Covid-19 Viaggiatori sul sito del Ministero della Salute per le informazioni aggiornate in base alle nuove misure contenute nell'ordinanza 28 agosto 2021 per quanto segue:

› Aggiornamento elenchi Paesi
› Ingresso in Italia con green pass da UE e Area Schengen

› Paesi in elenco D: nuove misure di accesso
› Ingressi in Italia da Israele, Giappone, Canada e Stati Uniti: lievi modifiche alle misure di accesso
› Proroga al 25 ottobre 2021 delle limitazioni in ingresso per i viaggiatori provenienti dal Brasile: consulta la sezione dedicata per dettagli
› Proroga al 25 ottobre 2021 del divieto di ingresso per i viaggiatori provenienti da India, Bangladesh, Sri Lanka: consulta la sezione dedicata
per dettagli
› Autorizzazione all'ingresso in Italia: deroghe agli obblighi e nuovi moduli per le deroghe: per dettagli consulta la sezione dedicata


VOLI COVID-TESTED
Sono considerati voli “Covid-tested” esclusivamente i voli autorizzati dal Ministero della Salute mediante apposita ordinanza. Per conoscere i requisiti richiesti ai passeggeri "Covid-tested" e per effettuare la compilazione obbligatoria del Passenger Locator Form, vai alla sezione dedicata sul sito del Ministero della Salute.

COMPILAZIONE OBBLIGATORIA MODULI DI LOCALIZZAZIONE DEI PASSEGGERI

La compilazione obbligatoria del modulo di localizzazione del passeggero (Passenger Locator Form - PLF) digitale - dPLF prevista viene introdotta per tutte le persone in arrivo in Italia, attraverso qualsiasi mezzo di trasporto.

I passeggeri, prima del proprio ingresso nel territorio nazionale, sono tenuti a compilare uno specifico modulo di localizzazione in formato digitale, Passenger Locator Form digitale - dPLF. Per tutti i dettagli vai alla sezione dedicata sul sito del Ministero della Salute. 


SPERIMENTAZIONE CORRIDOI TURISTICI "COVID-FREE"
Sono stati istituiti in via sperimentale, e con precisi protocolli di sicurezza, corridoi turistici Covid-free per mete turistiche extra UE.
Per maggiori info consulta l'ordinanza n. 17549 del 28 settembre 2021.


PORTALE Re-open EU
L'Unione europea ha messo a punto uno strumento interattivo che dà accesso alle informazioni necessarie per pianificare i viaggi in Europa in sicurezza. Per agevolare la consultazione, le informazioni sono aggiornate di frequente e sono disponibili in 24 lingue. Accedi al portale Re-open EU.

SITO "VIAGGIARE SICURI"

IMPORTANTE 
Prima di partire verso qualsiasi destinazione estera, verifica sempre gli ultimi aggiornamenti disponibili circa gli spostamenti consentiti. Per info sulla situazione aggiornata a livello modiale, in continua evoluzione, visita il sito  Viaggiare sicuri e consulta la Scheda Paese cliccando sul pulsante “Cerca Paese” dal menu in alto a sinistra, oppure gli aggiornamenti degli Avvisi in Evidenza, cliccando sul pulsante “Aggiornamenti” dal menu in alto a sinistra. Sulla scheda paese, tra le informazioni generali, ci sono anche tutti i contatti dell’Ambasciata o del Consolato di riferimento, nel caso in cui serva assistenza.

RIENTRI IN TOSCANA DALL'ESTERO

Per tutti i dettagli sui rientri in Toscana dall'estero consulta la sezione Ingressi dall'estero- sintesi norme sul sito della Regione Toscana.

Per i paesi per i quali vige l'obbligo di comunicazione del rientro occorre registrarsi  alla pagina Segnalazione ingressi in Italia sul  sito della Regione Toscana.

Il numero verde regionale 800 556060 resta disponibile per info. 

tasto coronavirus tamponi test sierologici


PER ULTERIORI INFORMAZIONI
In caso di dubbi per il rientro in Italia: 
si raccomanda di contattare la Polizia di Frontiera, la Prefettura o l’Azienda sanitaria competente per territorio.

Numeri da chiamare per informazioni:

- dall’Italia: 
numero gratuito 1500
dall’estero: numeri +39.02.32008345, +39.02.89619015, +39.02.83905385 

torna all'indice


Spostamenti sul territorio italiano
Per il dettaglio delle misure di prevenzione attualmente in vigore, consulta:
Riassegnazione settimanale delle regioni alle differenti aree di rischio
Ogni fine settimana le Regioni vengono riassegnate alle differenti aree di rischio sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia (report di monitoraggio settimanale): consulta gli ultimi aggiornamenti alla pagina web Covid-19 - Situazione in Italia sul sito del Ministero della Salute. Consulta anche le Domande e Risposte sul sito del Governo per conoscere le specifiche disposizioni delle quattro aree (area gialla, arancione, rossa e bianca). 

Impiego delle certificazioni verdi COVID-19 nei mezzi di trasporto
Dal 1° settembre 2021 sarà consentito esclusivamente alle persone munite di Certificazione verde Covid-19 l’accesso e l’utilizzo dei seguenti mezzi di trasporto:

› aeromobili
› navi e traghetti
› treni Intercity e Alta Velocità
› autobus a lunga percorrenza

Per maggiori dettagli, consulta la sezione Covid-19 Viaggiatori sul sito del Ministero della Salute.

Certificazioni verdi Covid-19 per eventi, strutture al chiuso e altri luoghi pubblici, spostamenti in territori classificati come "zona arancione" o "zona rossa"
La Certificazione verde COVID-19 è richiesta in Italia per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, oltre che per spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in "zona rossa" o "zona arancione".

È inoltre necessaria per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici.

Per maggiori dettagli, consulta il sito web Certificazione verde Covid-19.

torna all'indice

Coronavirus in Toscana: informazioni per i viaggiatori
Dall'inizio dell'emergenza la Regione Toscana ha attivato la sezione Coronavirus dove reperire tutte le informazioni e gli aggiornamenti, dalle ordinanze in materia sanitaria a quelle logistiche.

L'Agenzia regionale di sanità cura sul proprio sito web la sezione Coronavirus con news e approfondimenti. In particolare si può consultare: :
torna all'indice

Quando non è permesso l'ingresso in Italia
Ecco i casi in cui ad oggi non permesso l'ingresso nel nostro Paese:
  • diagnosi di positività per Covid-19 nei 14 giorni precedenti al viaggio;
  • presenza anche di uno solo dei sintomi rilevanti per COVID-19 negli 8 giorni precedenti il viaggio:
    • febbre ≥ 37,5°C e brividi
    • tosse di recente comparsa
    • difficoltà respiratorie
    • perdita improvvisa dell’olfatto, perdita o alterazione del gusto
    • raffreddore o naso che cola
    • mal di gola
    • diarrea (soprattutto nei bambini)
  • contatto stretto (es. meno di 2 metri per più di 15 minuti) con un caso positivo confermato di COVID-19 nei 14 giorni precedenti il viaggio;
  • aver soggiornato o transitato, nei 14 giorni anteriori all'ingresso in Italia in PAESI A RISCHIO (vedi sopra).

torna all'indice

Cosa fare se compaiono sintomi compatibili con COVID-19 mentre si è in Italia
  • Avvertire immediatamente il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria locale (ASL):
    • tramite il personale delle strutture ricettive, che è tenuto a favorire l’accesso ai servizi sanitari
    • chiamando il numero verde di prevenzione regionale della ASL di competenza, i cui numeri possono essere rintracciati sul sito del Ministero della Salute
  • In caso di sintomi gravi contattare il numero di emergenza nazionale 112
  • Evitare di recarsi direttamente al Pronto soccorso
  • Indossare una mascherina chirurgica
  • Avvisare la reception della propria condizione di salute in modo che possa attuare le appropriate misure di protezione nei confronti del personale e degli altri ospiti.
  • Ove possibile, trasferirsi in una stanza singola con bagno dedicato.
  • Rimanere nella propria stanza con la porta chiusa, garantendo un'adeguata ventilazione naturale.
  • Rispettare il divieto assoluto di mobilità, seguendo le indicazioni del personale sanitario.
  • Evitare i contatti con altri turisti e con il personale della struttura ricevente per quanto possibile.
  • Lavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone e applicare le altre misure di prevenzione igienico-sanitaria.
  • Tossire e starnutire direttamente su di un fazzoletto o nella piega del gomito ed eliminare i fazzoletti riponendoli entro due sacchetti resistenti chiusi (uno dentro l’altro).
  • Essere reperibile ai contatti quotidiani dell’operatore di sanità pubblica che monitora la sorveglianza.
  • Evitare l’assunzione di farmaci senza prescrizione del medico.
torna all'indice

Cosa fare se compaiono sintomi compatibili con COVID-19 durante la sorveglianza attiva
Al rientro in Italia dall'estero, sarà il Servizio di igiene pubblica territorialmente competente a prescrivere la quarantena, quando ancora richiesta (vedi sopra), con sorveglianza attiva. 

Il personale sanitario dell'ASL di riferimento verificherà le condizioni cliniche dei soggetti in permanenza domiciliare fiduciaria: se subentrano sintomi quali rinorrea, tosse, difficoltà respiratorie e rialzo febbrile, verrà effettuato il tampone oro–faringeo per le indagini di laboratorio e la verifica diagnostica.

Nel caso in cui la sintomatologia rilevata sia critica (difficoltà respiratorie e temperatura molto elevata), l'ASL attiverà il pronto intervento tramite il 118.

torna all'indice

Cosa fare in caso di contatti stretti con un caso probabile o confermato di COVID-19 
Informare prima possibile le autorità sanitarie: chiamando la ASL territorialmente competente (se si è cittadini italiani si può chiamare anche il proprio medico di medicina generale/pediatra di libera scelta). 

torna all'indice


Proteggi te stesso e gli altri
Per chi entra in Italia ecco le principali raccomandazioni e misure di sanità pubblica:
  • Mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro sia in luoghi all’aperto che al chiuso
  • Applicare le misure di prevenzione igienico sanitaria:
    • lavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone o con soluzioni idroalcoliche
    • evitare il contatto ravvicinato con altre persone incluso abbracci e strette di mano
    • coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce, starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie
    • evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri
    • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
    • non assumere farmaci antivirali e antibiotici, se non prescritti dal medico
  • Usare protezioni delle vie respiratorie (mascherine)
    nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi mezzi di trasporto, e in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuamente il mantenimento della distanza di sicurezza.
    Non sono soggetti all’obbligo delle mascherine:
    • i bambini al di sotto di 6 anni
    • le persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo delle  mascherine ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti
  • E' vietato l'assembramento.
  • In alcune occasioni potrà essere misurata la temperatura corporea (es. in alcuni negozi, hotel, uffici pubblici, ristoranti, ecc.).
  • Tenere un diario di viaggio con luoghi visitati, compagnie frequentate e relative date.
  • E’ possibile scaricare sul proprio cellulare la App IMMUNI, che, se correttamente utilizzata, invia una segnalazione nel caso di un possibile contatto con una persona positiva, e offre ulteriori informazioni. Per assistenza App chiamare n. verde 800 912491.

Per chi viaggia all'estero l'OMSha creato la sezione tematica Coronavirus disease (COVID-19) travel advice, con aggiornamenti continui alla luce dell'evolversi della situazione epidemiologica a livello mondiale.

Igiene alimentare. Si consiglia a tutti i viaggiatori di seguire le corrette pratiche di igiene alimentare, comprese le cinque chiavi per la sicurezza alimentare  [Tieni pulite mani e superficiSepara cibi cotti da cibi crudi,  Cuoci accuratamenteMantieni il cibo a temperature sicureUtilizza acqua e materie prime sicure], nonché raccomandazioni per ridurre il rischio di trasmissione di nuovi agenti patogeni dagli animali all'uomo nei mercati di animali vivi.

Come indossare correttamente la mascherina. Alcune indicazioni su come indossare la mascherina, come indicato dal Ministero della salute:
  • prima di indossare la mascherina, lavati le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica
  • copri bocca e naso con la mascherina assicurandoti che aderisca bene al volto
  • evita di toccare la mascherina mentre la indossi, se la tocchi, lavati le mani
  • quando diventa umida, sostituiscila con una nuova e non riutilizzarla: sono maschere mono-uso
  • togli la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina
  • gettala immediatamente in un sacchetto chiuso e lavati le mani
torna all'indice

Altre info
Per altri dettagli consulta:
Numeri per info:
torna all'indice


banner cosa coronavirus




Per approfondire

Per le ultime news e tutti gli approfondimenti:

box sezione tematica nuovo coronavirus