L'ARS al convegno "La medicina di genere, percorsi e pratica clinica": il 27 giugno, a Firenze


12/6/2019
Il convegno è organizzato dal Centro regionale per la salute e medicina di genere della Regione Toscana, che ha inserito la medicina di genere nel Piano Socio-Sanitario Regionale ed ha costituito vari tavoli tecnici sul tema.
Tra gli obiettivi del Centro di salute e medicina di genere della Regione Toscana:

  • favorire una cultura sanitaria di genere mediante divulgazione, formazione e indicazione di pratiche sanitarie che nella ricerca, nella prevenzione, nella diagnosi e nella cura tengono conto delle differenze derivanti dal genere
  • realizzare un sistema di rete per la promozione e lo sviluppo della salute e medicina di genere su tutto il territorio regionale
  • promuovere una nuova cultura per una centralità della persona, anche attraverso la definizione di PDTA genere specifici che indirizzano le strategie assistenziali, la tipologia di organizzazione e l’offerta dei servizi
Le differenze di genere influiscono su prevenzione, diagnosi e cura delle malattie. Uomini e donne, pur essendo soggetti alle stesse patologie, presentano infatti sintomi, progressione di malattie e risposta ai trattamenti molto diversi tra loro. Significativamente determinanti per la salute risultano fattori come ambiente, stili di vita, condizioni socioeconomiche ed anche il genere: tali fattori sono in grado di condizionare i percorsi diagnostici e di intervenire sugli esiti delle cure. La medicina di genere prevede lo sviluppo di una cultura e una presa in carico della persona che tenga presente le differenze di genere non solo sotto l’aspetto anatomo-fisiologico, ma anche delle differenze biologico-funzionali, psicologiche, sociali e culturali, garantendo una maggiore appropriatezza terapeutica.

L'ARS Toscana interverrà al convegno del 27 giugno con la presentazione di Rosa Gini "Utilizzo di farmaci per l'emicrania in Toscana: una prospettiva di genere". 
square mdg 400x400
Il convegno è a numero chiuso ed è rivolto a: medici, biologhi, psicologhi, farmacisti, dietisti, tecnici sanitari di laboratorio biomedico. Crediti formativi: 6

Per maggiori informazioni consultare il programma e per iscriversi visitare la pagina dell'evento