Scritta logo Geotermia e salute in Toscana

News

Sull'Amiata al via l'indagine InVETTA



logoInVetta27/02/2017
Si chiama progetto "InVETTA - Indagine di biomonitoraggio e Valutazioni Epidemiologiche a Tutela della salute nei Territori dell’Amiata" la nuova iniziativa dell'ARS per studiare la salute degli amiatini. Si tratta di un’indagine su un campione di 2000 persone, di età 18-70 anni, residenti nei comuni dell’Amiata maggiormente interessati dalle emissioni degli impianti geotermici.

L’indagine InVETTA è stata presentata dall'ARS alla popolazione in occasione di due incontri, tenutisi nel mese di febbraio, il 10 a Santa Fiora ed il 24 a Piancastagnaio, nel corso dei quali, oltre a fornire i dettagli sull’indagine, è stato fatto anche il punto sui risultati principali delle altre attività che ARS conduce nel territorio dell’Amiata.

Al progetto InVETTA, che vede il coordinamento scientifico dell'ARS, lavorano gli operatori della Asl Toscana Sud Est, i medici di medicina generale, il laboratorio di Sanità pubblica di Siena e il Laboratorio di analisi di Nottola.

Ma sono i cittadini i veri protagonisti di questa iniziativa, la cui collaborazione e partecipazione sono fondamentali per la buona riuscita dell’indagine.

L’obiettivo dello studio è approfondire lo stato di salute degli amiatini e i principali fattori di rischio. Per fare questo l’indagine prevede:
  • la raccolta di un campione di sangue e urine per determinare la presenza di metalli pesanti (arsenico, mercurio, cromo, tallio e tanti altri) e per effettuare alcuni esami di laboratorio, tra i quali glicemia, colesterolo, transaminasi etc.
  • una visita generale dello stato di salute che prevede la misurazione della pressione, la rilevazione delle misure antropometriche (peso e altezza) e l’esecuzione di una spirometria per la valutazione della salute respiratoriala
  • compilazione di un questionario approfondito su abitudini, ambiente di vita e di lavoro, storia clinica personale.
Tutti gli esami sono a titolo totalmente gratuito per i cittadini che intendono partecipare.
I partecipanti riceveranno individualmente tutti i risultati delle analisi, prima quelle classiche degli esami di laboratorio, in un secondo momento quelle sui metalli. In caso di valori critici vi sarà avviso immediato e presa in carico della persona.

Alle persone che partecipano allo studio viene consegnato un modulo di consenso informato, attraverso cui il cittadino accetta di partecipare consapevole ed informato delle finalità dello studio, delle metodologie applicate. La diffusione dei dati avverrà in modo anonimo, cioè senza alcun riferimento all’individuo e i dati personali verranno raccolti, archiviati ed analizzati nel pieno rispetto delle normative sulla privacy e dei diritti dei partecipanti.

Il campione di 2000 persone sarà estratto dalle liste anagrafiche tenendo conto di età e sesso. E’ possibile candidarsi volontariamente e diventare il primo sostituto delle persone estratte che rifiuteranno di partecipare.

Segnala la tua candidatura:
scrivi a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
oppure chiama i numeri 366 6932375 o 366 6461104
fornendo sesso, comune di residenza, età, recapito telefonico


Stampa la locandina del progetto